L’ametista è una varietà violacea di quarzo, spesso associata a rocce basaltiche subalcaline, sin dal 3000 a.C., in Egitto, Sudafrica e in Mesopotamia, una delle gemme più utilizzate per la creazione di gioielli, sigilli e intagli. Il termine deriva dal greco améthystos che significa “non ebbro”. Wikipedia

 

L’ametista è una pietra usata come amuleto sin dai tempi antichi. Greci e Romani usavano l’ametista come amuleto contro il male e il dolore. L’ametista è legata alla spiritualità alla parte sensitiva dell’uomo. In alcuni circostanze viene utilizza anche per accrescere energie interne come il coraggio, la resistenze alle avversità della vita, rafforzare la fiducia in se stessi.

Nel Buddismo l’ametista aiuta nelle fasi di crescita interiore e di cambiamento, placa l’orgoglio e lo traduce in riflessione e introspezione, in  cristallo terapia aiuta nello stress e nell’affaticamento, aiuta la meditazione e stimola la mente ad elevarsi. Si associa al 4° e 6° Chakra.